Autore Topic: [Cinema] Spiderman lascia l'MCU - the end  (Letto 166 volte)

Sceiren

  • GM Rising Dradis Echoes
  • Epico
  • ***
  • Post: 8030
  • Karma: -17
  • Chi sono dei due? :D
    • Mai dire di no al panda!
[Cinema] Spiderman lascia l'MCU - the end
« il: Agosto 26, 2019, 12:01:06 pm »



Ho aspettato parecchi giorni per iniziare questo articolo sperando non servisse, ma purtroppo col passare del tempo, nonostante qualche segnale e soprattutto la speranza di tutti i fan dell'MCU, pare proprio che il titolo di questo post sarà l'epilogo della storia di Spidey nell'Universo Cinematografico Marvel.

Dappertutto oramai si è scritto e si scrive di tutto, così sarò piuttosto veloce sulla storia della vicenda, focalizzando invece l'attenzione sugli aspetti magari più in ombra e, infine, una mia analisi della vicenda.

Considerato l'argomento, chi non ha visto SPIDERMAN: FAR FROM HOME non vada oltre in quanto nell'articolo ci sono spoiler sulla fine del film in questione.


* * *

Il personaggio di Spidey come oramai anche i sassi immagino sapranno è gestito direttamente da Sony che ne detiene i diritti.  Per questo motivo la sua presenza in MCU è iniziata nel 2015 (cammeo in civil war) a seguito di "prestito" del personaggio in forza di un accordo che prevedeva la presenza di Spiderman in 5 titoli dell'MCU la cui produzione intelletuale ed artistica era tutta in capo ai Marvel Studios, mentre la parte economia per i film stand alone intermanete in capo a Sony e, per i crossover (Captain America: Civil War, Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame) interamente in capo a Disney.  Gli introiti di questa operazione erano così strutturati: 100% a Disney per i crossover, 5% Disney 95% sony per gli standalone.  A questo, però, ai aggiungeva il merchandising inteteramente riscosso da Disney.

Non è un mistero che il nuovo Peter Parker ha riscosso l'unanime approvazione dei fan e della critica, oltre che del botteghino. FFH ha incassato oltre il miliardo di dollari diventando il maggior incasso di sempre per un film sony.  E allora, mi direte, cosa può aver portato le due major alla rottura? Una cosa sola, quella di sempre: i soldi.
Prima di vedere cosa è accaduto e perchè, vorrei partire dalla fine per iniziare a spulciare la questione in modo diverso dal consueto.

Proprio ieri, a margine del D23Expo, la biennale della Disney dove vengono presentate le novità e premiati i protagonisti del biennio concluso, Kevin Feige, incalzato ovviamente dalla stampa sulla questione, ha dichiarato che sapeva bene che l'accordo non poteva durare per sempre e che era grato per aver avuto l'occasione di portare spiderman negli avengers.  Ha poi detto, però, che "abbiamo raccontato la storia che volevamo".
Non solo il sottoscritto, sentendo questa dichiarazione, è rimasto basito perchè chi ha visto FFH sa perfettamente che il film si colloca in modo inequivocabile come il secondo atto di una trilogia in MCU! La storia che voleva raccontare Feige, quindi, è evidente che non era limitata a due film e allora come può essere? Come può una mente del genere che ha pianificato con quasi un decennio di anticipo la fase3 e che tesse trame miltifilm come nessuno ha mai fatto prima rischiare una cosa del genere?

Come oramai è noto, la trattativa tra Disney e Sony proseguivano da oltre sei mesi e anche se la rottura tra le major è di settimana scorsa, la difficoltà di raggiungere un accordo dubito non fosse all'orizzonte... salvo che, chiaramente, Disney-Marvel Studios fossero certi del rinnovo.
Questo trova conferma sotto un altro punto di vista: se Marvel Studios avesse temuto l'uscita di Spidey dal suo MCU, considerato che E' STATA DISNEY a chiedere una variazione delle condizioni contrattuali, come mai il cliffanger finale in spiderman FFH? Col rischio di lasciarlo tronco (cosa che peraltro rischia di avvenire)?  La sensazione, quindi, è che Feige fosse certo di un rinnovo, quantomeno certo di un terzo atto in MCU, tant'è che il film, come lui stesso ha dichiarato, era già abbozzato e avrebbe dovuto ruotare più su Peter che sul supereroe Spiderman.  Alla luce di questo, credo fortemente che Sony abbia portato Disney a pensare che il rinnovo era cosa fatta e che poi, vuoi per gli incassi stratosferici di FFH vuoi per una strategia da sempre programmata, hanno ritrattato, portando a questa empasse.
Infatti sono sicuro che se il rischio fosse stato percepito quale concreto, semplicemente avrebbero rimosso la scena post credit da FFH lasciando quindi il film concluso e conclusivo, seppure non come avrei previsto, per permettere l'uscita di Spiderman in modo piuttosto indolore, ma così facendo il problema c'è, considerato che Sony non potrebbe proseguire la storia per come è stata impostata in MCU.
Dicevo che Disney pare abbia alzato il tiro, vediamo come.
Le notizie si sono inseguite e smentite, ma sembra che Disney già mesi orsono abbia inizialmente proposto a Sony una partnership alla pari e, quindi, dapprima una divisione di costi/benefici al 50/50 per poi ritrattare fino ad un più ragionevole 25-30%, pur mantenendo però la gestione della produzione a livello artistico.
Sicuramente, come ho letto un po' dappertutto, a Disney quel 30% non avrebbe cambiato la vita, ma c'è da dire che in un'ottica imprenditoriale, prendere solo il 5% su cifre a nove zeri, dopo aver di fatto creato le circostanze per cui quelle cifre fossero raggiunte, è davvero un po' pochino.  Dall'altra parte, Sony non ha voluto mollare l'osso considerate le cifre a rischio praticamente zero ottenute fin qui. 
Resta quanto osservato prima: a chi dare la "colpa", se di colpa si può parlare, per una cosa del genere? Se la strategia di Sony, come mi viene da pensare, era fin dall'inizio quella tirare la corda, costringendo Disney ad accettare un accordo che non voleva sulla base di un FFH già completato, allora qui sicuramente Sony è colpevole di vedere il personaggio come unicamente una fonte di guadagno, fregandosene di ogni altra implicazione per i fan. 
Certo colossi del genere guardano al profitto (lungi da me dire che DIsney non lo faccia o che siano santi!), ciò nonostante una rottura è una perdita PER ENTRAMBI. A questo punto vien da chiedersi: chi perderà di più?

Disney: FFH termina con un cliffanger che fa presagire uno spiderman3 unico nel suo genere. Mai nella storia della trasposizione cinematografica dell'arrampicamuri la sua indetità era stata rivelata al mondo.  Il fatto che il film sarebbe ruotato su Peter e non su Spidey lo avrebbe reso personale, intimo, originale.  L'impatto della sua uscita rapentina, quindi, indebolirà la trama di Spiderman vista finora, ma se si escludono le relazioni tra Happy Hogan e Zia May o il ruolo che Peter Parker stava piano piano prendendo in seno agli Avengers quale una sorta di erede spirituale di Tony Stark, anche nella gestione della sua strumentazione, la sua uscita non produrrà effetti troppo pesanti. Anche perchè la Fase4 non avrebbe comunque visto l'arrivo del terzo capitolo nè di film che avrebbero potuto vedere Peter Parker avere un ruolo (mi riferisco principalmente ai Fantastici 4 o gli X-Men).  La Fase5 è ancora in fase di definizione e la macrostoria può essere rimaneggiata agilmente.  Insomma, peccato, ma MCU andrà avanti senza troppi contraccolpi.

Sony: da quanto si leggeva in giro e in seguito alle ultime dichiarazione dello stesso Tom Holland, il personaggio resterà all'attore che lo ha riportato in vetta. Questo però, ritengo, sia il solo punto a favore.  Sony ad oggi ha contro l'intera community che a gran voce chiede il ritorno in MCU (i social sono impazziti, petizioni su Change.org hanno raccolto oltre 150k firme complessivamente in appena 72 ore).  Il CEO di Sony sostiene che in forza del successo di Venom e del periodo passato fianco a fianco a Feige, hanno ormai l'esperienza e le skill per poter gestire spiderman da soli, nel loro universo.  Sorvolando sulla mancanza di umiltà a paragonarsi a forse il più redditizio produttore della storia del cinema che in 11 anni ha totalizzato la cifra record di 27 miliardi di dollari per 23 film tutti collegati tra loro come non si era (e temo non si vedrà più) mai visto prima... mi chiedo: è davvero così? E poi: guardiamo il personaggio.  Non potrà essere collegato all'MCU, quindi il suo background viene spazzato via. In buona sostanza non potranno parlare del suo legame con Stark, nessun riferimento alla Infinity Saga, niente.  Così mi chiedo: che Peter Parker sarà questo nuovo personaggio interpretato da Holland? In buona sostanza, anche se non viene detto apertamente, si tratta di Reboot... un reboot con lo stesso attore che, sicuramente, piace, ma che non interpreterà gioco forza il Parker già visto, quanto piuttosto una sua "imitazione".  Poi abbiamo il Venom-Verse.  I toni di un universo Sony appaiono più dark, basti pensare al fatto che stanno partendo dai villan come film stand alone, niente sugli amici della spider squad per dire. Va bene questo spiderman e questo peter parker in un universo del genere? Come ho sentito anche altrove, e condivido, Tom Holland è uno Spiderman perfetto per l'MCU, ma sarà altrettanto nel Venon-verse?  Insomma le incognite sono molteplici e ancora una volta mi chiedo: il gioco vale la candela per Sony? Chi ha più da perdere a questo punto?



Cosa attenderci dalle trattative?

Tra pessimismo sempre più simile a realismo e lampi di speranza su fantomatiche trattative che addirittura confermavano Spiderman nell'MCU per 7 film, l'unica cosa certa è che le trattative ancora non siano finite.  Jon Farau, regista e attore storico dell'MCU, ha detto di essere "cautamente ottimista".  E' inoltre di questa mattina (26/08/19) la new che Feige stia spingendo affinchè Disney torni al tavolo a conferma, come se ancora non bastasse, del suo amore per il personaggio oltre che per l'MCU. Sicuramente Feige è un uomo d'affari, ma a differenza di altri CEO-Executive Manager non è SOLO QUESTO.  E' anche una mente creativa come poche che è riuscito a canalizzare in un prodotto unico un genere come i cinecomic, creando un format che ad oggi in altri hanno tentato con risultati nel migliore dei casi pessimi (Universo DC, Dark Universe, lo stesso debole tentativo di Lucasfilm a introdurre spinoff, fallito miseramente) che anche chi non ama il gener,e non può non riconoscere come rivoluzionario.  La speranza, almeno del sottoscritto, è che le due Major stiano giocando al rialzo e che, se proprio non sarà possibile tenere dentro Spiderman in MCU, lo comprendo, almeno che si mettano daccordo per un terzo e ultimo capitolo che concluda la storia.
Personalmente, salvo miracoli e Sony e Disney non trovassero un nuovo accordo multifilm, se dovessero almeno siglare un accordo ponte per un terzo ed ultimo film stand alone ecco cosa farei. 

Spiderman 3 lo farei ruotare nel primo atto su Peter come ha detto Feige, mascherando dove la trama stesse andando e cioè sull'apertura di un portale multiversico.  Concluderei le vicende in questo mondo con un villan non troppo carismatico, magari invece con un nuovo amico che proviene da un altra dimensione e che alla fine recluta Peter che, anche per mettere al sicuro zia May e i suoi amici, visto che non può più mascherare la propria identità segreta, decide di andarsene (di fatto lascia l'MCU approdando nel Venom-Verse).  Chiaramanente mostrerei vivo e vegeto il vecchio Mysterio anche se, chiaramente, non avrebbe mai seguito perchè di proprietà sony (almeno non nell'MCU).  In questo modo l'uscita di scena sarebbe conveniente sotto tutti i punti di vista per entrambe le Major:

1) Disney: la storia di Spidey si chiude degnamente e in modo plausibile, con un'uscita di scena che non ammette repliche, almeno non nel breve periodo e non in modo semplice comunque.
2) Sony: Spidey arriva con il suo background, ma senza nulla in sospeso in un nuovo universo, senza dover pensare a chi ha lasciato alle spalle.  Inoltre avrebbero una porta aperta per un futuro rientro anche one shot nell'MCU, che so: chi non vorrebbe vedere un cross-over MCU-Spiderverse qualora questo venisse gestito bene? 

Converrebbe in termini economici, politici e, naturalmente, andrebbe meglio ai fan di un taglio netto senza alcun senso.

Speriamo che logica e un pizzico di amore per il personaggio prevalgano...
Aggiornerò l'articolo con le notizie che arriveranno.

[update] 27/08/19

Quello che si sospettava ora è conferma: le trattative tra Sony e Disney non sono concluse e stanno effettivamente continuando a passo serrato in questi giorni.
La conferma ufficiale arriva da Twitter dove l’autorevole MCU direct, riportando l’aggiornamento della testata online “We got this covered”, ha pubblicato il seguente comunicato:



In un modo o nell’altro, questo stillicidio sta per finire.

[update] 06/09/2019

E’ di questa mattina la dichiarazione di Sony che, oramai senza ombra di dubbio: “la porta per ora è chiusa” dice il pezzo grosso di Sony, Vinciguerra.  Le trattative che erano ripartite dopo la risposta fortissima da parte della community mondiale in seguito alla rottura tra le major Disney e Sony per la gestione di Spiderman in seno all’MCU.  Dopo un inseguirsi di notizie più o meno rassicuranti anche da fonti autorevoli, stamattina la doccia fredda che, allo stato, mette la parola fine alla speranza dei fan di tutto il mondo di continuare a vedere Spiderman interagire con gli Avengers.
Nei giorni scorsi alcune affermazioni dello stesso Holland (Spiderman sarà in buone mani con Sony) avevano gettato nel panico i fan che attendevano una risposta positiva, ma evidente quello che sembrava una sorta di bilanciamento pro sony a fronte della tempesta a favore disney dei fan, in realtà era un’anticipazione di quanto oggi è diventato di dominio pubblico.
Non si sa se Disney commenterò o meno la notizia, sta di fatto che allo stato Spiderman è fuori.
Leggendo tra le righe il comunicato di Vinciguerra, si nota che la chiusura non è definitiva, seppure nel breve periodo non lascia molte alternative.  Questo farebbe comunque scopa con alcuni dettagli emersi nei giorni scorsi che vedevano come tempo ultimo per una decisione la metà del 2020 in quanto, per allora, in un modo o nell’altro dovrà partire la produzione del prossimo film dedicato esclusivamente all’arrampicamuri. 

Personalmente, ritengo che Sony abbia preso la sua decisione e che sia definitiva per quanto concerne ai film stand alone sull’uomoragno.  Quello che potrebbe essere ancora nell’aria, invece, è la presenza in MCU nei film corali, seppure ad oggi di certo è remota anche questa come opzione.
Sony vuole il proprio universo, ritiene di essere in grado di crearlo e alimentarlo con film stand alone e corali in cui il collante sarà proprio spidey di Holland.  I film in cantiere riguardano i villan dell’universo Sony e quello che manca è chi quei villan dovrà affrontarli.  Non escludo che arriveranno anche gli altri elementi del team spiderman visti in fumetti e cartoni che potranno arricchire il panorama, resta però un intrinseco problema ad uno spiderverse: alla fine dei giochi sempre e solo di spiderman si parla.  Mi chiedo, quindi, quanto potrà un universo slegato dal variegato MCU andare avanti prima di annoiare e diventare ripetitivo? Un contro sono i fumetti, un conto è il cinema con prodotti che per competere con la Marvel Studios devono essere qualitativamente eccellenti. 

A mio avviso, la soluzione migliore per entrambe le major che, in cuor mio, spero sia ancora nelle corde, considerata la volontà di riprendere Spiderman da parte di Sony è quella di spostare le avventure dell’uomoragno a livello più locale nello spiderverse di Sony con film che non impattano magari sul mondo e che, quindi, restino in qualche modo più o meno slegati dall’MCU come accaduto, quasi interamente, con Homecoming.  Questo permetterebbe un eventuale ritorno in MCU per un film corale senza dover dare troppe spiegazioni, lasciando al contempo libertà creativa in Sony.  Dall’altra parte, però, non c’è modo per Disney di trovare una soluzione per l’uscita di Spiderman e per questo ritengo che, semplicemente, non lo faranno.  Secondo me diranno che in seguito alla rivelazione di Mysterio, Spiderman è sparito e l’MCU ignorerà completamente lo Spiderverse della Sony.  Questo esclude però il suo ritorno, salvo qualche roccambolesca trovata di sceneggiatura dai tratti surrealistici e poco plausibili, qualora un domani si dovesse trovare un nuovo accordo.

La chiave di volta, unica e sola, è il multiverso.

Nell’MCU potrebbero semplicemente dire che Spiderman è sparito di scena, nello Spiderverse utilizzarlo a mo’ di reboot e se dovessero trovare un nuovo accordo nei prossimi anni, potrebbero semplicemente dire che l’universo Sony è un’altra realtà rispetto a quello marvel.  Poco elegante, come dicevo sopra, ma sarebbe l’unico modo per salvare in una qualche maniera capre e cavoli.
Peccato, comunque, perché l’uscita così tronca è un’occasione persa per entrambe le major: sarebbe bastato un accordo ponte per un terzo ed ultimo film in MCU che si concludesse con Spiderman che spariva in una frattura dimensionale che lo sparasse in un nuovo universo per dare senso a questa decisione contrattuale invece che una frattura che non giova a nessuno…
Non ci resta che vedere cosa Sony tirerà fuori dal cappello e se e come lo spiderman di Tom Holland si collocherà nel venomverse che, immagino, da oggi potrà appunto chiamarsi Spiderverse della Sony.

Unica cosa che spero è che i film che verranno avranno lo spirito della trilogia di Raimi che, seppure datata, resta a mio avviso una delle migliori trasposizioni cinematografiche su Spidey, forse persino migliore della versione disneyana di Holland come spirito e ambientazione, sicuramente al suo livello in termini di film (specie i primi due).

Da fan dei cinecomic in generale e dell’MCU in particolare non posso che dire… peccato.


« Ultima modifica: Settembre 06, 2019, 10:04:49 am da Sceiren »

"Spesso gli incantesimi più semplici nascondono le sorprese più grandi" - Sceiren