Autore Topic: Le fiamme del passato (V) - 6: il cerchio si chiude  (Letto 1690 volte)

Sceiren

  • GM Rising Dradis Echoes
  • Epico
  • ***
  • Post: 8031
  • Karma: -17
  • Chi sono dei due? :D
    • Mai dire di no al panda!
Le fiamme del passato (V) - 6: il cerchio si chiude
« il: Ottobre 07, 2009, 03:38:27 pm »
6
Il cerchio si chiude


- Sceiren, forse Hytu ha avuto un contrattempo. Non posso più aspettarlo. - disse Selune scuotendo il capo.  Il sole era alto nel cielo e il tempo stava passando in fretta.
- Non sono i soli a mancare all'appello... - pensò ad alta voce il mago.
- Sì lo so. - fece eco Selune pensieroso. - Tuttavia se non partiamo avremo oltre che a dover gestire le bestie di là dentro anche le bestie qua fuori... e sai a cosa mi riferisco... - E senza muovere il capo indicò con gli occhi Albina che fissava Pain sorridendo alla sua maniera.
- Non crederai che Araton o chiunque altro possa mettere il bavaglio a quei due senza ucciderli, vero Sce? Comunque, tuo il gruppo tua la scelta.  Io ti consiglio vivamente di prendere una decisione e di farlo in fretta oppure la vedo male. -
Sceiren annuì.
- Va bene, dammi un secondo.- e si voltò verso il suo zaino, quando il giubilo di Whitescar lo fece sobbalzare:
- Bryger! Quanto tempo! - e un frastuono di acciaio contro acciaio echeggiò nella valle quanto la paladina, in armatura completa, abbracciò il fratello nella fede, a sua volta corazzato di tutto punto.
Non fu solo Sceiren a sobbalzare, sentendo quel nome: Roredrix, scattò in piedi lasciando cadere la sua arma leggendaria, un attimo prima lucidata a dovere ed ora coperta della rossa polvere del terreno.  I suoi occhi passarono Whitescar e Bryger come se non esistessero per fermarsi sulla esile figura alle sue spalle: avvolta in un mantello, Lùce attendeva in silenzio.
Il guerrero trattenne il respiro e l'impeto di correre ad abbracciarla: la Lùce che attendeva di essere reintrodotta non era la stessa persona di cui si era innamorato anni addietro... era cambiata...
Mille pensieri presero a turbinargli nella testa, ma era la punta di sfondamento nella spedizione e doveva restar concentrato.  Così, coi polmoni che bruciavano in cerca di ossigeno, espirò sonoramente, si voltò e riprese la sua arma prediletta da terra.
Intanto i due paladini si erano separati e con un cenno della mano Bryger fece strada a Lùce.
- Vedo che ti sei ripresa, mi fa piacere che tu sia dei nostri. - esordì Whitescar con un sorriso.
- Ben trovata Whitescar. - rispose glaciale la sacerdotessa. - Quando sapremo come muoverci? - proseguì lei.
- Molto presto. Penso che Sceiren stesse attendendo proprio voi e qualche altro ritardatario, ma non mi stupisce che siate arrivati tardi se a far strada era Bryger... -
- Cosa vorresti dire!? - rispose prima di scoppiare a ridere il paladino.
E mentre i due guerrieri della fede si ritrovavano, Lùce avanzando verso il resto del gruppo, faceva conoscenza, come fosse la prima volta, con nuovi e vecchi compagni.

- Un attimo di attenzione, per cortesia. - Sceiren, grazie ad un incantesimo di Ilaria, aveva preso a levitare.
- Innanzitutto vi ringrazio per essere venuti con così poco preavviso. Sono consapevole che una spedizione del genere spesso necessita di settimane, mesi di preparazione, ma voi siete qui, tutti, e questo mi riempie d'orgoglio.  Con molti di vuoi abbiamo percorso queste stesse lande desolate in passato fianco a fianco, con altri è la prima volta che abbiamo una esperienza insieme, ma sono convinto che nessuno verrà meno agli incarichi che Selune assegnerà, sono certo che nessuno sarà da meno della fama che lo circonda... salvo evidentemente alcuni casi che tutti conosciamo... - e ridendo tutti fissarono il paladino ritardatario.
- Sfortunatamente avremmo dovuto ricevere altri rinforzi per questa impresa, ma a questo punto immagino dovremo considerarli rinunciatari... -
- Chi sarebbe rinunciatario! Giocoliere da strapazzo?! -
Sceiren fissò alla sua sinistra, verso la salita che portava a Thorium Point: un uomo di corporatura massiccia era appoggiato ad una torre in ferro battuto con ai piedi il suo zaino.
- Era ora... - biascicò Selune fissando il guerriero.
- Ora siamo davvero tutti.  Per chi non lo conoscesse, vi presento Hytujaram!-
Il guerriero avanzò verso il centro, raggiunto poco dopo dal resto del suo gruppo.  Al suo fianco prese posto un elfo dai capelli verdi e gli occhi particolarmente profondi e mobili: passò in rassegna tutti i componenti della spedizione, valutandone, evidentemente, il ruolo, l'utilità, la pericolosità. Poi fissò Sceiren.
Nanael si fece avanti e si presentò:
- Il mio nome è Nanael, ho risposto alla chiamata di Hytujaram.  I miei compagni sono Ruggine, Barrentrak, Mamiya e Imoterius - disse indicandoli uno dopo l'altro - siamo pronti a partire. -
Sceiren annuì e tornò a guardare il gruppo, finalmente completo.
- Inutile dire che siamo in tanti con tanti modi differenti di vedere quanto stiamo per affrontare, ma confido che ciascuno farà bene la sua parte.  L'obiettivo è semplice: farci strada in Blackwing Lair e raggiungere il potente Vaelestraz.  Come molti di voi ricorderanno, l'ultima volta che abbiamo messo piede qui dentro abbiamo subito la sconfitta da parte del Custode del Nido, il guardiano dei cancelli... ma questa volta sarà diverso. Razergore non avrà la meglio su di noi, non questa volta, non di nuovo!  Come ho scritto nelle lettere di ingaggio, qualunque oggetto e tutto il denaro che rinveniremo sarà diviso tra di voi equamente, se ne occuperanno i nostri banchieri storici, Whitescar e Shaday, io e Antera non prenderemo nulla, la nostra ricompensa è di altro genere.
E' inutile ricordare che l'imprevisto è sempre dietro l'angolo: molti di voi ormai sono veterani, altri alla prima vera missione con noi, ma qualunque sia la vostra esperienza, torneremo indietro solo se saremo gruppo e quindi solo se i più esperti sapranno integrarsi coi novellini.  Questo è il momento, comunque, per i ripensamenti: chi non si sente pronto, non ritiene il gruppo adeguato o abbia problemi con altri membri della spedizione, deve andarsene ora.  Chi resta non potrà venir meno ai propri compiti, non potrà essere ostacolato da problemi inerenti alla composizione del gruppo o ad altro.  QUindi vi chiedo sinceramente di guardarvi intorno e decidere.  Siamo un gruppo eterogeneo e capirei se qualcuno decidesse di chiudere qui. -
Roredrix per la prima volta guardò Lùce, al fianco di Bryger e si chiese quale fosse la scelta giusta.  Poi accadde qualcosa che non avrebbe mai immaginato: la sacerdotessa stava sorridendo. completamente incurante delle parole del mago, stava fissando Soncritters e TEmpesta che stavano giocherellando con un paio di dadi, sicuramente di proprietà della gnoma.  Rore riconobbe quel sorriso e subito pensò se, chissà, un giorno sarebbe potuto esserne lui, il destinatario, come ai vecchi tempi.
Il guerriero strinse Thunderfury, la sua fedele spada, e fece la sua scelta.  L'avrebbe protetta, anche senza che lei lo sapesse, e l'avrebbe riportata rinata alla luce del sole, dopo aver affrontato i fantasmi del passato che tutti assieme attendevano il loro arrivo sotto la dura roccia della Searing Gorge.
- Molto bene. Se siamo tutti d'accordo, lascio la parla a Selune che gestirà la spedizione da questo momento in poi. -
Ilaria chiuse gli occhi e pose fine all'incantesimo mentre July fece l'opposto sui piedi di Selune che prese il posto del mago.
- Andrà tutto bene. - disse Antera al marito sorridendo.
- Dovrei essere io a dirlo a te, non credi? - rispose il mago cingendola con il braccio.
- Forse, ma mi pare che sia tu ad aver bisogno di essere tranquillizzato, o sbaglio? -
Sceiren non rispose, ma assentì col suo silenzio.
- Molto bene, per chi non mi conoscesse, io sono Selune e da questo momento sarò la vostra guida.  Chi ha già combattuto al mio fianco sa come la penso: non mi aspetto che facciate altro di ciò che vi dirò al meglio delle vostre possibilità! -
Albina sbuffò e incrociò lo sguardo di Araton.  Non l'aveva mai persa di vista un attimo.  L'evocatrice sorrise e mandò un bacio nell'aria al suo "guardiano".  Soncritters ebbe un sussulto.
- Allora: ecco come procederemo. - disse il paladino con un sorriso di sfida dipinto sul volto.


« Ultima modifica: Settembre 08, 2010, 09:29:44 am da sceiren »

"Spesso gli incantesimi più semplici nascondono le sorprese più grandi" - Sceiren

Kimmolauz

  • Templare Nero
  • Esplosivo
  • *
  • Post: 1437
  • Karma: -28
Re: Le fiamme del passato (V)
« Risposta #1 il: Ottobre 09, 2009, 01:34:18 pm »
Molto belli i racconti...ma soprattutto coinvolgenti dato che conosciamo bene i personaggi...

Bry...anche qui ti prendono per i fondelli..ihihih  O0  rofl

A life for hunt...an hunter for life!  -  "Elune be with you"

Hytu

  • Visitatore
Re: Le fiamme del passato (V)
« Risposta #2 il: Ottobre 09, 2009, 07:16:33 pm »
Io sono sempre stato puntualissimo!!!!  >:(

Blackill

  • Templare Nero
  • Valoroso
  • ****
  • Post: 373
  • Karma: -5
Re: Le fiamme del passato (V)
« Risposta #3 il: Ottobre 10, 2009, 08:23:10 pm »
Finchè io non vengo nominato i racconti non sono belli....................


Kimmolauz

  • Templare Nero
  • Esplosivo
  • *
  • Post: 1437
  • Karma: -28
Re: Le fiamme del passato (V)
« Risposta #4 il: Ottobre 15, 2009, 02:04:07 pm »
Finchè io non vengo nominato i racconti non sono belli....................


 :grin: :grin: :grin: :grin: O0

A life for hunt...an hunter for life!  -  "Elune be with you"

Sceiren

  • GM Rising Dradis Echoes
  • Epico
  • ***
  • Post: 8031
  • Karma: -17
  • Chi sono dei due? :D
    • Mai dire di no al panda!
Re: Le fiamme del passato (V)
« Risposta #5 il: Ottobre 16, 2009, 10:04:26 am »
Non mi sono dimenticato di voi... ^^

"Spesso gli incantesimi più semplici nascondono le sorprese più grandi" - Sceiren